Nuova impresa a tasso zero: il rivoluzionario strumento del Ministero Dellí Economia per incentivare la costituzione di micro e piccole imprese

Si chiama Nuova Impresa a tasso zero lo strumento di finanza agevolata gestito da Invitalia, facente capo al Ministero dell’ Economia, volto a favorire la costituzione di micro e piccole imprese costituite in forma societaria anche cooperativa.

Nel nostro speciale riservato ai bandi destinati ad agevolare l’auto-imprenditorialità ripercorriamo i punti salienti di questo strumento.

 

A chi si rivolge?

Il Nito si rivolge a giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni: più precisamente, almeno la metà dei soci o di quote di partecipazione della costituenda o costituita società deve rispettare il suddetto requisito anagrafico.

La portata innovatrice di questo strumento di coglie soprattutto per quanto attiene alla componente femminile della compagine societaria: sono ammesse infatti alla misura di sostegno le donne senza limite di età.

 

Qual è l’ ambito territoriale della misura?

La misura si rivolge ai soggetti di cui sopra che intendano costituire l’impresa in forma societaria su tutto il territorio nazionale

 

Dotazione Finanziaria

La dotazione finanziaria è di circa 150 milioni di euro.

 

Quali spese sono ammissibili?

Sono ammessi programmi di investimento non superiori a 1,5 milioni di euro concernenti:

 

a)       Suolo aziendale

b)       Fabbricati, opere edili/murarie, comprese le ristrutturazioni;

c)       Macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica;

d)       Programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e telecomunicazione (TIC);

e)       Brevetti, licenze e marchi;

f)        Formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario, funzionali alla realizzazione del progetto;

g)      Consulenze specialistiche.

Le iniziative prevedono programmi di investimento nei seguenti settori:

a)       La filiera turistico-culturale

b)       L’innovazione sociale

 

Quali sono le agevolazioni concedibili?

Si tratta di un finanziamento agevolato a tasso zero, della durata massima di 8 anni, a copertura del 75% della spesa ammissibile.

Il finanziamento va restituito senza interessi dall’impresa beneficiaria, secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 31 Maggio e il 30 Novembre di ogni anno.

L’impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria del programma di investimento apportando un contributo finanziario, attraverso risorse proprie o finanziamento esterno, pari al 25% delle spese ammissibili complessive.

Il piano di investimento va realizzato entro 24 mesi dalla stipula del contratto.

 

Il Nito è cumulabile con altre agevolazioni?

Il Nito non è cumulabile con alter misure che prevedano lo stesso ambito di spese ammissibili, incluse agevolazioni concesse sulla base del regolamento de minimis.

 

Maggiori informazioni al seguente link: file:///C:/Users/Itinera/Downloads/nito%20ppt%20approfondimento.pdf

 

 

 


Photogallery