Registro vino: chi obbligato alla tenuta del registro?

Dal 1 gennaio 2017 è diventato obbligatorio il registro telematico del vino

La normativa vigente dispone che sono sottoposti all’obbligo della tenuta dei registri in forma dematerializzata tutti coloro che, per l’esercizio di attività imprenditoriale agricola o commerciale, detengono un prodotto vitivinicolo;i titolari di stabilimenti o depositi che effettuano operazioni per conto di terzi, ed i titolari di stabilimenti di produzione o di imbottigliamento dell’aceto.

 

la Confederazione ha stipulato un accordo con una ditta di software, in modo da avere a disposizione per i propri uffici, e per le aziende che ne faranno richiesta, un programma in grado di assistere la compilazione tramite “percorsi guidati”. Tale software opera tramite un interfaccia web e sarà quindi raggiungibile da qualsiasi computer dotato di connessione internet.

le aziende interessate possono contattare inostri uffici per maggiori informazioni.

 

Dal 19 febbraio 2019 sul sito del MIPAFT

 è stata  pubblicata la nuova versione dei codici DO-IG.

Sul link riportato nel seguito per scaricare il file:Codici DOP/IG e codici province/comuni

 


Photogallery