Sicurezza sul Lavoro: i doveri di lavoratori e datore di lavoro

L’agricoltura rappresenta uno dei settori con maggiori rischi per infortuni e malattie professionali, questo determina l’incremento dei controlli da parte degli organi preposti nelle aziende.

 La normativa di riferimento, sulla sicurezza sul lavoro è il decreto 81/08 e s.m.i. si applica alle   imprese familiari e lavoratori autonomi, e alle imprese indipendentemente dal numero di lavoratori e dal tipo di contratto.

 Il datore di lavoro, responsabile per la sicurezza aziendale, è tenuto ad una serie di adempimenti:

Effettuare la Valutazione dei Rischi (DVR) per la Salute e la Sicurezza dei lavoratori, in relazione alla natura della attività imprese

Realizzare il Piano d’emergenza aziendale che comprendente misure di emergenza da attuare.

Nominare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.).

L’R.S.P.P. può essere svolto direttamente dal datore di lavoro dopo aver svolto un apposito corso di formazione di 32 ore oppure può essere nominata una persona esterna che ne abbia i requisiti

Nominare il Medico Competente per l’istituzione della sorveglianza sanitaria.

Quando in azienda ricorrano rischi per la salute dei lavoratori (rischio chimico, biologico, da rumore o da vibrazione, sollevamento manuale dei carichi, ecc.) il Datore di Lavoro deve  nominare il medico competente.

 Nominare gli Addetti al Servizio di Prevenzione e Lotta Antincendio ed a quelli per il Primo Soccorso. 

(Tale incarichi possono essere svolti dai lavoratori o direttamente dal datore di lavoro dopo aver svolto  appositi corsi di formazione).

Richiedere per iscritto la nomina, da parte dei lavoratori, di un loro delegato per il ruolo di Rappresentante dei Lavoratori per Sicurezza (R.L.S.).

Il nominativo del R.L.S deve essere comunicato all’INAIL ed il lavoratore dovrà essere formato mediante apposito corso di 32 ore

 Programmare e realizzare interventi di Formazione obbligatoria per i propri lavoratori per un totale di 12 ore

 Programmare e realizzare interventi di Formazione, Informazione e Addestramento

 Fornire agli addetti appositi Dispositivi di Protezione Individuali (D.P.I.)

(Tali dispositivi (ad es. guanti, maschere, tute, scarpe antiscivolo e antischiacciamento, mezzi di protezione auricolare, caschi ecc.) devono essere a norma (in genere con marchio CE) ed adeguati nel numero ed alla specifica tipologia di rischio a cui il lavoratore può trovarsi esposto. I D.P.I. devono essere sottoposti a regolari controlli di efficienza.

La consegna dei D.P.I. è un obbligo per il datore di lavoro e dovrà risultare per iscritto mediante un apposita ricevuta controfirmata dal lavoratore).

 L’accordo stato-regioni del 22 febbraio 2012 stabilisce l’obbligo di specifica abilitazione professionale per gli operatori addetti all’uso del trattore agricolo o forestale. Il percorso formativo ha una durata di 8 ore


Photogallery